Riassegnazione nome a dominio e account social. Tutela cautelare ex art. 700 cpc

Il nostro Studio ha ottenuto la concessione di un provvedimento d’urgenza dal Tribunale di Torino in favore di un ente associativo esercente attività editoriale – assistito dall’Avv. Claudio Cipollini - che ha lamentato l’illegittima appropriazione da parte di due ex membri del consiglio direttivo del dominio web dell’associazione, delle caselle di posta elettronica associate e dei relativi account Facebook, Instagram, e YouTube.


In estrema sintesi, la Sezione Specializzata in Materia di Impresa del Tribunale di Torino, con ordinanza ex art. 700 c.p.c. del 22.04.2022, ha ritenuto, sotto il profilo del fumus boni iuris, che i due ex membri del consiglio direttivo avessero attivato i medesimi servizi digitali in esecuzione di un mandato originariamente conferito dall’associazione. Il Tribunale di Torino ha inoltre ritenuto sussistente il periculum in mora in quanto la mancata disponibilità di questi strumenti digitali per il tempo occorrente per far valere il diritto in via ordinaria potrebbe compromettere gravemente l’attività dell’associazione.


Pertanto, in accoglimento del ricorso, è stato concesso il richiesto provvedimento d’urgenza con l’ordine ai resistenti del trasferimento all’associazione dei servizi digitali in contestazione e con condanna dei medesimi all’integrale refusione delle spese di lite.


ordinanza Trib. Torino del 22.04.2022
.pdf
Download PDF • 127KB

49 visualizzazioni0 commenti